Bando di contributo per gli interventi di sostegno alla famiglia. Legge regionale 30/1998

L'ASP AMBITO 9 che sono aperti i termini per l’ accesso ai contributi di cui alla L.R. 30/1998 riservati alle famiglie anagraficamente residenti nei Comuni dell’ASP Ambito 9 (Apiro, Belvedere Ostrense, Castelbellino, Castelplanio, Cingoli, Cupramontana, Filottrano, Jesi, Maiolati Spontini, Mergo, Monsano, Montecarotto, Monte Roberto, Morro D’Alba, Poggio San Marcello, Poggio San Vicino, Rosora, San Marcello, San Paolo di Jesi, Santa Maria Nuova, Staffolo) per il disagio sociale ed economico.

Il presente contributo NON è cumulabile con i seguenti interventi:

  • Assegno maternità (INPS), ai sensi dell’art. 66 legge 448/98 per l'anno 2015;
  • Assegno al nucleo familiare (INPS), ai sensi dell’art. 65 legge 448/98 per l'anno 2015.

BENEFICIARI
Possono presentare domanda per l’accesso al beneficio:

1. Famiglie in situazione di disagio sociale ed economico che hanno ISEE non superiore ad € 5.500,00.
2. Famiglie con numero di figli minori al 31.03.2016 pari o superiore a 3 in situazione di disagio economico e sociale che comunque non superano il tetto di reddito ISEE di € 13.000,00, eccetto nei casi in cui, al momento della domanda, uno o più minori risultassero collocati in una struttura sociale residenziale a tempo pieno con retta a carico del Comune di Residenza
3. Donne sole in stato di gravidanza o con figli minori al 31.03.2016 in presenza di situazioni di disagio economico e sociale che non superino il tetto di reddito ISEE di € 10.000,00 (per donne sole in stato di gravidanza si intende donne sole in stato di gravidanza non coniugate non conviventi, per donne sole con figli si intende donne con figli minori al 31.03.2016 riconosciuti da un solo genitore);

Le situazioni di cui ai punti n. 2 e 3 hanno la precedenza.

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
La domanda di contributo, in forma di autocertificazione, sottoscritta dall’avente diritto, dovrà essere redatta sugli appositi moduli forniti gratuitamente dall’ASP Ambito 9, corredati da tutta la documentazione di seguito elencata:

1. Dichiarazione e Attestazione ISEE standard corrispondente alla situazione anagrafica del nucleo al momento della presentazione della domanda (verrà presa in considerazione SOLO la documentazione completa);
2. Copia documento di identità in corso di validità e – per i cittadini extracomunitari – copia del permesso di soggiorno o permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo. In caso di rinnovo di permesso, copia della ricevuta attestante la richiesta.
3. Copia del certificato attestante lo stato di gravidanza (SOLO per le situazioni di cui al punto 3 della voce Beneficiari);
4. Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà relativa alla non cumulabilità con i contributi citati nel bando.

AMMONTARE DEL CONTRIBUTO
L’ammontare del contributo spettante agli ammessi al contributo è pari ad € 250,00.
Gli ammessi a contributo riceveranno comunicazione con l’indicazione delle modalità per la riscossione della somma assegnata.

DETERMINAZIONE ED EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO
L’erogazione del contributo avverrà a seguito di una graduatoria sulla base dell’ISEE in ordine progressivo, dal più basso al più alto, con priorità alle seguenti categorie:

1. Donne sole in stato di gravidanza o con figli minori al 31.03.2016 in presenza di situazioni di disagio economico e sociale che non superino il tetto di reddito ISEE di € 10.000,00 (per donne sole in stato di gravidanza si intende donne sole in stato di gravidanza non coniugate non conviventi, per donne sole con figli si intende donne con figli minori al 31.03.2016 riconosciuti da un solo genitore);
2. Famiglie con numero di figli minori al 31.03.2016 pari o superiore a 3 in situazione di disagio economico e sociale che comunque non superano il tetto di reddito ISEE di € 13.000,00, eccetto nei casi in cui, al momento della domanda, uno o più minori risultassero collocati in una struttura sociale residenziale a tempo pieno con retta a carico del Comune di Residenza;
3. Famiglie in stato di disagio economico e sociale con ISEE non superiore ad € 5.500,00.
Ciascun Comune dispone di una cifra data dalla somma dell’importo stabilito dalla Regione e dal relativo cofinanziamento, ai sensi della DGR 1070 del 30.11.2015 e relativo D.D. n. 144/SPO del 24.12.2015. Verranno ammesse al contributo le richieste presentate entro i limiti dell’importo a disposizione di ciascun Comune.

Sarà stilata una graduatoria di ambito per ISEE che terrà conto delle richieste finanziabili con le somme previste, ai sensi degli atti sopra citati, per ciascuno dei Comuni di residenza. Eventuali fondi assegnati ai singoli comuni e non utilizzati, andranno a finanziare i beneficiari in posizione utile nella graduatoria generale.

I contributi verranno assegnati secondo l’ordine progressivo della graduatoria, fino ad esaurimento del fondo.

In caso di ISEE coincidente tra più soggetti in graduatoria, si procederà ad erogare il contributo in ordine progressivo alla famiglia anagrafica avente il minore con l’età più bassa.

In caso di ISEE coincidente tra più soggetti in assenza di figli minori, il contributo verrà erogato al richiedente con l’età anagrafica minore.

La presentazione di documentazione falsa o contraffatta o di false attestazioni nella domanda o a sostegno della stessa comporta automaticamente, oltre alle relative responsabilità penali, l'inammissibilità della domanda.

La domanda di contributo, in forma di autocertificazione, dovrà essere presentata, a pena di esclusione, utilizzando gli appositi modelli gratuitamente forniti dall’ASP Ambito 9.

I modelli delle domande possono essere ritirate presso il proprio Comune di residenza o presso l’ASP Ambito 9. Il presente avviso, il bando ed i modelli per la presentazione della domanda sono disponibili anche sul sito internet www.aspambitonove.it.

Le domande devono pervenire presso il proprio Comune di residenza o presso l’ASP Ambito 9 ENTRO E NON OLTRE LE ORE 12,00 del 31.03.2016.

In caso di invio a mezzo posta, fa fede il timbro postale dell’ufficio accettante.

La modulistica può essere ritirata e consegnata presso il proprio Comune di residenza o presso :

  • Portineria del Comune di Jesi - P.zza Indipendenza, 1 - tutti i giorni dalle ore 09,00 alle ore 19,00. Il sabato dalle ore 09,00 alle ore 13,00. La giornata del 31.03.2016 entro le ore 12,00.
  • ASP Ambito 9 – Uffici Servizi Sociali - via Gramsci, 95 – Lun e Mer dalle ore 09,30 alle 13,30 - Giovedì dalle ore 15,00 alle ore 17,30. La giornata del 31.03.2016 entro le ore 12,00.

Jesi, 15.02.2016

F.to Il Direttore
Dott. Franco Pesaresi

Informazioni aggiuntive