Assegno di maternità

L'assegno di maternità è destinato alle donne cittadine italiane o comunitarie, ovvero in possesso di carta di soggiorno ai sensi dell'articolo 9 del D.lgs n. 286/98 e ss.mm.ii., che non beneficiano del trattamento previdenziale di maternità, o che beneficiano di forme di tutela parziali, inferiori all'importo del contributo.
L'assegno di maternità da corrispondere agli aventi diritto per l'anno 2014 è pari a € 338,21 mensili: Per le nascite, gli affidamenti preadottivi e le adozioni senza affidamento, se spettante in misura intera, per le domande relative al medesimo anno, il valore dell'indicatore della situazione economica, con riferimento a nuclei familiari composti da tre componenti, è pari a € 35.256,84.

Termine di presentazione della domanda
Entro 6 mesi dalla data di nascita del figlio o dalla data di entrata del minore nella famiglia anagrafica.

Requisiti
Ha diritto all'assegno la cittadina italiana, o comunitaria, o di paesi terzi in possesso della carta di soggiorno di lungo periodo che:
- è residente nel Comune di Jesi
- ha avuto un figlio o ha adottato un minore o ha in affidamento preadottivo un minore
- che risiede nel territorio dello Stato al momento della nascita di un figlio o al momento dell'ingresso del minore nella propria famiglia anagrafica, regolarmente soggiornante e residente nel territorio dello Stato
- fa parte di un nucleo familiare che, se formato da tre componenti, è in possesso di risorse economiche non superiori a € 35.256,84 per l'anno 2014 (pari al valore dell'indicatore della situazione economica ISE).

Modulistica

pdf min Modulo di domanda

word min Modulo di domanda

Normativa di riferimento

Legge 23 dicembre 1998, n. 448 "Misure di finanza pubblica per la stabilizzazione e lo sviluppo" (Art. 65 e 66)

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 21 dicembre 2000, n. 452
Regolamento recante disposizioni in materia di assegni di maternita' e per il nucleo familiare, in attuazione dell'articolo 49 della legge 22 dicembre 1999, n. 488, e degli articoli 65 e 66 della legge 23 dicembre 1998, n. 448.

DPR 452 del 2000 modificato dal DM 337/01)

Informazioni aggiuntive