Assegno di maternità

L'assegno di maternità spetta per ogni figlio nato alle donne cittadine italiane o comunitarie, ovvero in possesso di carta di soggiorno ai sensi dell'articolo 9 del D.lgs n. 286/98 e ss.mm.ii., che non beneficiano del trattamento previdenziale di maternità, o che beneficiano di forme di tutela parziali, inferiori all'importo del contributo. Alle medesime condizioni, il beneficio viene concesso anche in caso di adozione o affidamento preadottivo.

In alcuni casi particolari, se la madre non può richiedere l’assegno, il beneficio può essere richiesto, a seconda dei casi, dal padre del bambino, dal genitore della madre, dall’ adottante, dall’affidatario preadottivo o dall’ affidatario non preadottivo.
L'importo dell’ assegno è annualmente rivalutato sulla base della variazione dell’ indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, che per gli aventi diritto per l'anno 2021 è pari a € 348,12 mensili, se spettante in misura intera, per le domande relative al medesimo anno, il valore dell'indicatore della situazione economica equivalente (ISEE), con riferimento a nuclei familiari composti da tre componenti, è pari a € 17.416,66.

Termine di presentazione della domanda
Entro 6 mesi dalla data di nascita del figlio o dalla data di entrata del minore nella famiglia anagrafica.

Requisiti
Hanno diritto all'assegno le cittadine italiane, comunitarie o non comunitarie in possesso di carta di soggiorno/permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo, che:
- sono residenti nel Comune di Jesi;
- hanno avuto un figlio o hanno adottato un minore o hanno in affidamento preadottivo un minore;
- non hanno beneficiato di alcun trattamento di maternità in misura pari o superiore a quello garantito dal beneficio richiesto (€ 1.740,60);
- risiedevano in Italia al momento della nascita del figlio o al momento dell'ingresso del minore nella propria famiglia anagrafica;
- hanno un valore ISEE del nucleo familiare richiedente inferiore o pari a € 17.416,66 per l'anno 2021

Modulistica

pdf min Modulo di domanda

word min Modulo di domanda

Normativa di riferimento

Legge 23 dicembre 1998, n. 448 "Misure di finanza pubblica per la stabilizzazione e lo sviluppo" (Art. 65 e 66)

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 21 dicembre 2000, n. 452
Regolamento recante disposizioni in materia di assegni di maternita' e per il nucleo familiare, in attuazione dell'articolo 49 della legge 22 dicembre 1999, n. 488, e degli articoli 65 e 66 della legge 23 dicembre 1998, n. 448.

DPR 452 del 2000 modificato dal DM 337/01

Informazioni aggiuntive