2016

La rete di protezione intorno ai bambini e alle famiglie vulnerabili

Dal metodo sperimentale del programma PIPPI ad un metodo stabile e integrato
nelle prassi dei servizi socio-sanitari ed educativi.

CONVEGNO REGIONALE
JESI - 21 OTTOBRE 2016

IL CONVEGNO E' RIVOLTO A:
Coordinatori Ambiti T.S. delle Marche; Dirigenti dei servizi sociali e Assistenti sociali dei comuni, operatori dei servizi socio-sanitari che lavorano con i minori e le loro famiglie; Dirigenti scolastici e insegnanti.

FINALITA’ CONVEGNO REGIONALE
- Presentazione agli Ambiti Territoriali Sociali della Regione Marche della metodologia sperimentata con il Programma Ministeriale P.I.P.P.I. * (Programma di Intervento per la Prevenzione dell’Istituzionalizzazione – Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e Università degli Studi di Padova)
- Confronto/approfondimento sui percorsi da avviare nella Regione Marche per la valorizzazione ed estensione della metodologia del Programma P.I.P.P.I nella prassi di intervento dei servizi dedicati alla tutela dei bambini e a sostegno delle loro famiglie

PROGRAMMA

8.30-9.30:
Saluti/interventi introduttivi

Dott. FRANCO PESARESI, Direttore Asp ambito 9, Jesi
Dirigente Servizi sociali Regione Marche dott. PAOLO MANNUCCI
Referente regionale Programma P.I.P.P.I. dott.ssa BEATRICE CARLETTI

9.30-11.00:
“Il Programma P.I.P.P.I.: implementazione nazionale e avvio di percorsi autonomi per l’applicazione del metodo negli interventi professionali degli operatori dei servizi socio-sanitari ed educativi rivolti ai bambini e alle loro famiglie.”, dott. MARCO IUS - Assegnista di ricerca post-doc, LabRIEF (Laboratorio di Ricerca e Intervento in Educazione Familiare), componente del Gruppo Scientifico (GS) responsabile dell’implementazione del Programma P.I.P.P.I.

11.00-12.00:
“L’applicazione del Programma P.I.P.P.I. negli Ambiti Territoriali di Jesi e S. Ginesio”
MARINA ROSETTI, assistente sociale e Referente Territoriale Programmi P.I.P.P.I. ATS IX e dott. VALERIO VALERIANI, Coordinatore ATS XVI

12.00-13.00: interventi della sala e conclusioni del Dott. FRANCO PESARESI

SEDE:
Società Bocciofila Jesina, via Ugo La Malfa 13, Jesi (capienza massima: 200 posti)

E' gradita la comunicazione dell'adesione al convegno da parte dei partecipanti

INFO
Marina Rosetti 0731-236909 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Maria Pina Masella 0731-236911 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ; Fax 0731-236955

L'Ordine degli Assistenti Sociali della regione Marche ha accreditato l'evento ID 16175 con nr. 5 crediti formativi

pdf min Manifesto del Convegno

* Il Programma P.I.P.P.I. è il risultato di una collaborazione tra Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, il LabRIEF dell’Università di Padova, i servizi sociali, e di protezione e tutela minori nello specifico, le cooperative del privato sociale, le scuole, le Aziende che gestiscono i servizi sanitari degli enti locali coinvolti. Il Programma persegue la finalità di innovare le pratiche di intervento nei confronti delle famiglie cosiddette negligenti al fine di ridurre il rischio di maltrattamento e il conseguente allontanamento dei bambini dal nucleo familiare.

Labirinto azzardo: quando vincere non è giocare

ConvegnoLudopatia 05 maggio JesiGIOVEDÌ 5 MAGGIO ORE 17,30
AUDITORIUM NUOVA BANCA MARCHE
C/O CENTRO DIREZIONALE FONTEDAMO - VIA GHISLIERI N.6 JESI (AN)

Saluti delle Autorità Pubbliche e Lionistiche

Avv. Pericle TRUJA
Ocer Distruttuale Responsabile Tema di Studio "Gioco d'azzardo e ludopatia"

Dott.ssa Rossella ITALIANO
Responsabile Servizio Territoriali Dipendenze Patologiche Jesi

Dott. Riccardo BORINI
Responsabile U. O. Minori e Famiglia dell’ASP Ambito 9 di Jesi.
“Informazione, prevenzione e cura: L’esperienza del territorio di Jesi (S.T.D.P. E A.S.P. AMBITO 9)”

Dott. Rodolfo RABBONI
Responsabile Area Gioco Patologico dei Servizi Territoriali Dipendenze Patologiche Ancona
“A furor di gioco. Quando l'azzardo si fa problema”

Dott.ssa Novella PESARESI
Vice Presidente Cooperativa Sociale IRS L'Aurora
“Il coraggio di domandare. Come muoversi nel sistema integrato dei Servizi di cura”

Dott.Gianluca BUSILACCHI
Capo Gruppo PD Consiglio Regionale Marche
“Ludopatia e gioco d'azzardo: il ruolo della regione”

Conclusioni
Dott. Franco SAMI
Governatore Distretto Lions 108°A

Corsi di formazione per familiari di persone affette da demenza

Finanziati dal Premium del Progetto HCP 2012 dell'INPS ex Inpdap

Da Venerdì 8 aprile 2016 si avvierà un corso di auto-formazione per familiari di persone anziane affette da demenza nelle sue varie forme (alzheimer, vascolare, o di altra natura degenerativa).

Gli incontri saranno tenuti da un medico specialista in neurologia che ascolterà le esperienze personali dei partecipanti e illustrerà le tecniche più appropriate per il mantenimento delle capacità comunicative del malato.

Il corso si pone l'obiettivo di aiutare i familiari a conoscere la malattia ma soprattutto imparare a relazionarsi con il proprio caro.

Gli incontri si terranno presso la sala riunioni dell'ASP Ambito 9 di Via Gramsci, 95 di Jesi dalle ore 18.30 alle ore 20.30 nella giornata del venerdì, nelle seguenti date:
08/04/2016 - 15/04/2016 - 29/04/2016 - 06/05/2016 - 13/05/2016 - 27/05/2016

Numero massimo di partecipanti 15 persone.

Gli interessati potrannno chiamare allo 0731.236911 e comunicare il proprio nominativo.

Verranno accolte le prime 15 richieste.

Gioco d’azzardo: occorre puntare sulla prevenzione!

FotoLaboratori e spettacolo teatrale sul gioco d’azzardo patologico per gli studenti delle scuole superiori

Il gioco d'azzardo è un modo, antico come l'uomo, di trascorrere il tempo provando la piacevole sensazione di fare a gara con il destino, e con gli avversari. Tuttavia, sebbene per molte persone questa attività non sia un problema, ci sono giocatori e famiglie che nell'azzardo conoscono la dipendenza. Per i giovani a caccia di sensazioni forti, più che mai desiderosi di sfidare chiunque, a partire da se stessi, l'azzardo è un campo d'azione particolarmente attraente. Il fascino del rischio, insieme all'illusione di vincere sono un mix potente in una società in cui emergere e osare sembrano essere regole inderogabili per riuscire, per vincere. Così accade anche con il gioco. Così, si possono trascorrere ore e ore a giocare, magari online, magari da soli, magari a pagamento, e il gioco diventa una specie di ossessione, un pensiero fisso, l'unico interesse.
Alcuni dati nazionali sul gioco d’azzardo: 88 MILIARDI DI EURO (dati ufficiali del MONOPOLIO DI STATO). E' questo il fatturato 2015 del Gioco d'azzardo legalizzato in Italia, che è pari al 4% del PIL nazionale. Il gioco d'azzardo legalizzato è la 3° industria italiana. Nel nostro paese  sono oltre 2.000.000 i giocatori problematici e circa 1.000.000 i giocatori patologici . Negli anni della crisi il fatturato è aumentato in maniera esponenziale.

Su questo importante e attualissimo tema l’ASP Ambito 9 (Azienda di Servizi alla Persona di Jesi), in collaborazione con il Servizio Territoriale Dipendenze Patologiche ASUR AV 2 di  Jesi,  e con L’associazione Teatro Giovani e Teatro Pirata promuove a Jesi uno spettacolo teatrale “Il Circo delle Illusioni” (di e con Filippo Arcelloni, Enzo Valeri Peruta - compagnia Prevenzione Teatro PC). Per lo spettacolo si sono prenotati 200 Studenti delle scuole superiori. I ragazzi si sono preparati allo spettacolo con dei laboratori in classe condotti dalla cooperativa COSTESS. I laboratori hanno colto nel segno e hanno trovato molta disponibilità di studenti e insegnati per riflettere insieme su questi importanti temi.

L’iniziativa, che si colloca dentro il progetto “A che gioco giochiamo” – prevenzione del gioco d’azzardo patologico finanziato dalla Regione Marche. Il progetto provinciale (capofila il comune di Ancona) è attivo da 3 anni e prevede diverse azioni di prevenzione con i diversi target interessati.

Delibere del consiglio d'amministrazione 2017

Delibera n. 31 del 08.06.20117 Progetto SOLLIEVO 2017 2018


Delibera n. 30 del 08.06.20117 Modifica regolamento FONDO GARANZIA Jesi Abita


Delibera n. 29 del 08.06.2017 modifica Carta Servizi RP CR JESI


Delibera n. 28 del 08.06.2017 conferimento RP CR e mense STAFFOLO Allegato 1


Delibera n. 28 del 08.06.2017 Conferimento RP CR e mense STAFFOLO


Delibera n. 27 del 08.06.2017 ALLEGATI alle modifiche REGOLAMENTO MINORI


Delibera n. 27 del 08.06.2017 modifiche REGOLAMENTO MINORI


Delibera n. 26 del 08.06.2017 previsione n. 2 P.O.


Delibera n. 25 del 08.06.2017 Proposta Consuntivo 2016 per Assemblea Soci


Delibera n. 11 del 02.03.2017 Approvazione TARIFFE UTENZA 2017

<< INDIETRO

 

Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e Piano Triennale Piano Triennale Piano Triennale Piano Triennale Piano Triennale Piano Triennale Piano Triennale Piano Triennale Piano Triennale per la Trasparenza e l’Integrità per la Trasparenza e l’Integrità per la Trasparenza e l’Integrità per la Trasparenza e l’Integrità per la Trasparenza e l’Integrità per la Trasparenza e l’Integrità per la Trasparenza e l’Integrità per la Trasparenza e l’Integrità per la Trasparenza e l’Integrità per la Trasparenza e l’Integrità per la Trasparenza e l’Integrità per la Trasparenza e l’Integrità per la Trasparenza e l’Integrità per la Trasparenza e l’Integrità per la Trasparenza e l’Integrità per la Trasparenza e l’Integrità per la Trasparenza e l’Integrità 2016 -2018. Aggiornamento. 2018. Aggiornamento.2018. Aggiornamento. 2018. Aggiornamento. 2018. Aggiornamento.2018. Aggiornamento.2018.

Informazioni aggiuntive